“La Leonessa” 2015: la storica Prima Edizione

L’idea di proporre una ciclostorica nel territorio del Chianti Rufina e della Montagna Fiorentina risale già al 2012: l’unicità di un territorio tanto vicino ad una delle città d’Arte simbolo dell’Italia, Firenze, quanto ancora in parte incontaminato e caratterizzato da panorami, colline e montagne di rara bellezza, meritava la possibilità di essere apprezzata e conosciuta da chi potesse apprezzarla e coglierla.

Il progetto ha finalmente preso il via quando, tra la fine del 2013 e l’inizio del 2014, sono iniziati i colloqui dapprima con il Comune di Pelago, poi con la ProLoco di Pelago, per concretizzare la proposta: l’idea ha raccolto ben presto pareri favorevoli da parte delle amministrazioni, per l’indubbia capacità di promuovere un territorio che ha un evento simile.

Sono stati quindi fondamentali la partecipazione delle amministrazioni di Reggello e Rufina e la collaborazione in particolare di Pelago, ovvero quei comuni che sono stati coinvolti dai passaggi delle manifestazioni ciclistiche: dalla sistemazione di alcuni tratti stradali, in particolare alcune parti sterrate che naturalmente agevolano anche gli abitanti che ne fanno uso quotidiano, al sostegno e al contributo nel promuovere l’iniziativa.

Sono stati inoltre necessari e preziosi anche gli aiuti dei gruppi ciclistici locali, MTB Palaie-Pelago e G.C. Rufina, per l’organizzazione della due giorni de “La Leonessa”, in cui il sabato è stato dedicato alla MTB con i due percorsi partenti da Rufina e in cui la domenica vedeva protagoniste le bici d’epoca, a Pelago, per la prima volta a livello locale. “La Leonessa” ha anche rappresentato l’evento di apertura della Settimana Ciclistica organizzata dalla U.I.S.P. Valdisieve.

Non meno importanti, sono stati i privati che in tutto ciò hanno creduto, dandoci credito nonostante l’evento fosse alla prima edizione: chi più, chi meno ci ha dato grande aiuto nella riuscita di un evento che seguirà la linea del motto “squadra che vince non si cambia” da un lato, e che cercherà nuovi partners di qualità e sinceramente interessati alla crescita della manifestazione dall’altro.

Infine, le associazioni locali: vero motore di un territorio come questo, due dei cinque ristori complessivi della due giorni ed il pasto finale della ciclostorica hanno visto protagoniste associazioni della zona, in cui volontari di piccole realtà come Consuma e Borselli hanno profuso un grande sforzo nella preparazione di rinfreschi intermedi per diverse decine di partecipanti, accogliendoli calorosamente e rifocillandoli dalle fatiche con prelibati sapori della provincia fiorentina.

Tutto quanto di bello è stato fatto il 25 ed il 26 Aprile sarà riconfermato con pari sforzo, l’obiettivo è fare ancora di più grazie a quest’anno di esperienza che ci aiuterà a migliorare le imperfezioni e ad aumentare le opportunità per partecipanti e visitatori che il 23 e 24 Aprile 2016 vorranno essere nostri ospiti.

Perché chi venga nei nostri territori, stia così bene da non vedere l’ora di tornarci…

Il video-promo dell’edizione 2015 de “La Leonessa”

Lascia un commento